Vicino a Sacre Coeur

Vicino a Sacre Coeur c’è una scaletta.

Sul lato destro della scaletta, una porta blu.

Dietro la porta blu, un teatro ricavato da una stanza minuscola.

Alle pareti della stanza, specchi, vetri, pietre e mostri.

Sul palco, un attore.

E recita, urla, canta.

L’attore ha un libro.

Nel libro poesie, canzoni, pensieri, incubi, tormenti.

E una storia.

Nella storia un uomo.

Gioca a scacchi, con il diavolo, su di un castello di carte.

PS: volete continuare voi la mia poesia/storia?