altro

My crazy London Adventure. La top 10 dei migliori momenti.

 

20181013_131714-01Un anno. Un lungo e gloriosissimo anno è passato dall’inizio della mia avventura londinese, dalla svolta, dalla vacanza di due mesi che mi ha cambiato la vita. E regalato un romanzo.

Molti di voi si sono uniti qui, o ancora maggiormente su Instagram, solo ultimamente. Quindi, per quei pochi che si fossero persi la mia avventura, ve ne parlo in breve (lo so che ho già fatto altri post simili, be patience). Dopo aver lasciato un lavoro a tempo indeterminato che mi aveva frizzato i neuroni, ho ben deciso di andarmene nella città del mio cuore. Non riuscite proprio a indovinare, vero? Vi ho solo frantumato i marons a furia di parlarne! Ovviamente parlo di Londra.

Lì, ho tenuto un diario giornaliero in cui ho registrato ogni mia avventura. Vorrei fare qui un recap nostalgico del Best 10 Moments, legandovi al relativo post-pagina di diario. E, per chi arriva in fondo, una sorpresa!

  1. Il mio arrivo traumatico a Londra.

Non poteva non essere in cimissima alla classifica il momento del mio arrivo in città. Un trauma auto-inflitto veramente ben assestato, con tanto di pensiero: “Ma che cazzzzz ho fatto?”. Grazie al cielo non ho mollato. Grazie grazie grazie. Se vi volete recuperare tutta la storia, il post è qui.

2. L’avvistamento di Genkuro

Chi è Genkuro? é una volpe! Nonché il mio spirito guida. Me la sono trovata alle spalle la prima sera in città, di fronte alla porta di casa. Le volpi mi hanno accompagnata per tutto il percorso. La trovavo di mattina a dormire sotto la sedia in giardino, che mi camminava di fianco al giovedì sera, che balzava nel prato facendomi prendere un colpo. Ero scocciata per sta storia dell’animale guida, perché mi sentivo di non averlo trovato. E invece….

3. L’arrivo di Andrea alla stazione di Liverpool

Non c’è nulla di più romantico  attendere il proprio amore alla stazione. Era passata solo una settimana quando Andrea è venuto a trovarmi. Mi sembravano mesi! E di mesi ne sarebbero seguiti quasi due, il tempo più lungo passato separati in dieci anni di relazione. Non è stato sempre facile, la lontananza a volte crea incomprensioni idiote, ma quando si ama il proprio Pino, non ci sono distanze che tengano. Il post relativo, qui.

4. Il trasloco di Charlotte

Charlotte, il trasloco procrastinato per mesi, mia madre e mia sorella accampate per casa, ancora mia madre che parlava con ‘sta ragazzona americana in una lingua tutta loro… Scene tragiche, poi comiche, comunque indimenticabili. Tutta la storia, aqui.

5. La vista dal Severndroog Castle

Forse l’attrazione più bella scovata nei due mesi londinesi, senza contare il fatto che nessuno, ma nessuno (manco i londinesi!) la conoscono. La torre a Greenwich è un posto magico, una vista incantevole sulla città, un’idea di cittadinanza fortissima (mantenuta solo dai volontari). Una gita stupenda, cercatevelo. I dettagli, qua.

6. La prima lezione di scrittura creativa in lingua inglese

Di corsi di scrittura creativa ne ho fatti un po’. Il migliore, però, resta questo. Nonostante il mio evidente scoglio linguistico (sono brava a scrivere in italiano, ma in inglese perdo forza), gli strumenti forniti da questo corso sono stati pratici e utilissimi. Look Left sta molto bene sulle sue gambine anche grazie al mio caro insegnante Jon.

7. I primi due capitoli di Look Left al Victoria and Albert

Già stra-parlato di questo avvenimento, però… è uno di quei momenti che si è fissato nel mio animo. E non verrà mai più scalzato, dal suo posto d’onore. I dettagli, qui.

8. Quando ho dimenticato a casa le chiavi

Ecco, questa è bella. Dovete sapere che, da idiota-genio del male che sono, un giorno sono uscita senza chiavi. E Charlotte era a una festa. Morale della favola: sono rimasta chiusa fuori per ORE. E nevicava. Qui la storia.

9. Il mio tatuaggio

Di questo dettaglio non ci sono post, perché era un segreto! La mia famiglia e i miei amici erano collegati costantemente al blog per leggere che cazzz stessi combinando, così almeno tutti stavano sereni e non mi scrivevano ogni giorno. Dunque volevo mantenere un segretuccio, un qualcosa solo per me. Così piccino da occuparmi, solo, tutto l’avambraccio! Un tatuaggio in stile acquarello di una volpe e di un papavero. Quattro ore e mezza di dolore devastante. Che però ho già scordato, pronta per il prossimo!

10. Le ultime parole di Look Left scritte a Wood Green

Eh sì, sono uscita presto quella mattina, per mettere a video le parole scritte da Miss Poppy. Finale che era giusto scrivere a Londra ma che poi è stato rimaneggiato un paio di volte, alla ricerca della quadra (più o meno) giusta. Volevo andare nel mio barettino italiano, ma ho dovuto fermarmi prima. C’ero solo io, il mio computer, i miei amati personaggi. Giusto il giorno prima di salutare la mia città. Molto molto intenso, devo dire. But… worth it.

 

Ebbene, io ho già le lacrime agli occhi. Fa niente se tra tre giorni precisi poggerò il mio culo su un volo diretto in città. Lo so, è brutto da dire, ma non ho mai sofferto tanto per la nostalgia della Sicilia quanto per quella della mia città. Sì, cazzo, io ero e sono una Londoner.

E se avete sopportato fino a qui il mio piangente piagnisteo, vi voglio fare un regalo. Da oggi, sul mio profilo INSTAGRAM, e per una settimana, ci sarà un giveaway! Con dentro un libro che potete scegliere voi tra quelli delle mie letture, più delle cartoline di Look Left, e potrebbe esserci anche qualche gadget londinese. Si partecipa solo da Ig, però! E mi ci trovate con il nome little_k_library.

Vi aspetto in numerosissimi, e lì ovviamente troverete tutte le informazioni su come partecipare.

Grazie ancora a tutti!

 

 

2 pensieri riguardo “My crazy London Adventure. La top 10 dei migliori momenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...