altro

Aneddoti Look Left: Perché la Volpe?

GioveMemLL_FB_VOLPE

Eccoci al primissimo appuntamento del GioveMemories completamente rivisto. Come saprete, visto che vi ho sfrantumato i cosiddetti a furia di dirlo, il mio adorato libricino, LOOK LEFT, è finalmente entrato in campagna di crowdfunding. Per capire come funziona tutto il carrozzone vi invito QUI, mentre per il link dove trovarlo, sul sito di BookaBook, vi invito QUI.

Da adesso, quindi, tutti i ricordi che vi stavo regalando verteranno su ricordi relativi al libro. Qualcuno lo potevate anche immaginare, se avete seguito le mie avventure londinesi, altri meno.

Però credo sempre che ci sia una sorta di fascino nel capire il perché uno scrittore ha inserito un certo dettaglio nel suo racconto.

Andrea, dopo aver finito la sua lettura, essendo l’unico che i riferimenti li capisce davvero tutti (senza contare che molti sono per lui, quindi grazie tante!) mi ha guardato con sguardo sornione dicendo: “Io lo so perché qui hai scritto questo!”.

Ebbene, voglio fare questo regalo anche a voi, voglio darvi l’opportunità di dire, quando incontrerete questo dettaglio nella lettura: “Io lo so perché l’ha scritto!”

Partiamo dunque con una delle cose che ho amato di più di tutta Londra, così tanto da decidere bene di farmici un enorme tatuaggio sull’avambraccio: le volpi.

Il mio arrivo a Londra, il 17 ottobre, è stato un cazzo di trauma. Continuavo a dirmi: ma cosa ho fatto? Sono scema? Devo stare qui, da sola, due mesi?

La mia amata città, che avevo amato fin dal primo istante (ma di questo parleremo in seguito) mi pareva ostile, grigissima (a me, che la vedo sempre con il sole!), triste e solitaria. Mi sono trascinata al fiume, chiedendomi se stavo davvero facendo la cosa giusta, sentendo freddo (mai più sentito a Londra. Lo so che è assurdo, ma è così), non capendo davvero cosa fare.

A una certa, grazie al cielo, arriva l’orario per andare a casa. Quella che nemmeno sapevo sarebbe stata la mia adoratissima casa per due mesi.

Prendo un taxi, dato che con due valige muoversi non è proprio semplice, e dopo un bel po’ arrivo a Bounds Green. Il quartiere è tranquillissimo, fatto di quelle casettine tutte uguali che si trovano just in England.

Mentre attendo che la cara Charlotte mi apra, vedo del movimento dietro di me con la coda dell’occhio.

Penso, sulle prime, che sia un gatto, ma è troppo grande. Guardando meglio, quasi mi cade la mascella per terra. Una volpe! Gigantesca e bellissima, se ne stava seduta lì a guardarmi, come niente fosse. E chi le aveva mai viste, così da vicino!

Ecco, se proprio dovessi trovare un segno, nella mia permanenza a Londra, è stata la vista di Genkuro la prima sera (perché Genkuro??? Lo scoprirete nella prossima puntata!).

Da quel momento, le volpi non mi hanno più abbandonata. Le trovavo a sonnecchiare sotto la sedia in giardino, alla mattina. Mi saltavano di fianco la sera. Apparivano vicino al kebabbaro al giovedì, quando tornavo dal corso. Mi passava di fronte la sera in cui sono rimasta chiusa fuori casa (Yes, it happened!). Le trovavo disegnate sulla tazza comprata a Portobello, sui calzini, negli addobbi di natale (che poi i miei genitori mi hanno anche comprato come regalo di ben tornata!).

La volpe è diventata il mio spirito guida londinese, e non poteva, ovviamente, non finire dentro al libro che è un omaggio alla mia avventura e alla città che l’ha ospitata.

Dunque, ogni volta che leggerete Genkuro, nel libro, adesso sapete il perché.

 

Ps: se anche tu vuoi contribuire all’avverarsi del mio nuovo romanzo, questo è il link della casa editrice per l’acquisto:

https://bookabook.it/libri/look-left/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...