GioveMemories

GioveMemories: La pizzetta della vergogna.

GioveMemories

Questa memoria non è mia. Ma la adoro così tanto, ma tanto, che sarà una di quelle che porterò con me.

Questo ricordo appartiene ad Andrea.

La nostra storia all’epoca non era nemmeno lontanamente nei piani del Signore, dato che il tutto si svolge quando Andrea era piccolino. Andava alle elementari.

Purtroppo ho poche fotografie di lui da piccolo. Me lo immagino però testone (del resto ci siamo scelti anche per quello), quasi riccioluto e con la faccia tra il monello e l’infastidito a causa dei suoi occhi da cinesino.

Ebbene, un bel giorno lui e mamma Raffa ricevettero un invito speciale. La mamma di un suo compagno di scuola lavorava per Mediaset (ad avercelo adesso, quell’aggancio!) e lì invitò a vedere le riprese di Sabato al circo.

Per il piccolo Andrea, che si riempiva gli occhi di quel fantastico show, fu uno shock. Che brutto scoprire che la carrozza non era trainata davvero da cavalli e che tutto era moooolto più lento e meno spettacolare.

Provato da questa brutta consapevolezza, che assomiglia tanto al diventare grandi, il nostro Andrea decide di rifocillarsi con tutto il gruppo.

Scelse una delle sue passioni, la pizzetta! E che fortuna, era anche l’ultima!

Subito dopo avvenne un colpo di scena. Anche Gerry Scotti, il presentatore, aveva fame! Pensate per un bimbo vedere qualcuno che vede sempre in Tv, lì di fronte a lui.

Ma il sogno divenne presto un incubo, dato che Gerry iniziò a inveire e arrabbiarsi perché erano finite le pizzette.

“Ma chi ha mangiato l’ultima?” chiedeva astioso.

Il mio dolce Andrea si nascose, con la sua pizzetta della vergogna, e non trovò il coraggio di chiedere l’autografo a Gerry.

Ecco, sig. Scotti, io da allora la guardo in modo diverso, perché lei senza saperlo ha fatto restar male il mio amore! È in tempo ovviamente per le scuse, basta mandarci due biglietti per uno dei suoi show a scelta.

Ma questa memoria mi piace così tanto perché gli occhi di Andrea quando me la racconta tornano quelli di un bambino. Un po’ triste perché ha deluso il suo mito ma anche un po’ incazzato perché, oh, quella pizzetta era sua!

E a me viene solo voglia di riempirlo di baci.

4 pensieri riguardo “GioveMemories: La pizzetta della vergogna.

  1. Per quanto uno possa essere buono , mi dispiace, ma sulla pizza non si scherza. Soprattutto se oltre la fame serve a compensare una delusione! Quindi Andrea quella pizzetta era tua e nessuno aveva il diritto di reclamarla! 💪🏻😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...