RaccontAmi

Il Racconto del lunedì: Bombo, la storia del cagnolino che con uno starnuto è finito sulla Luna.

Bombo è un cagnolino. Piccolino, bianco, con il pelo un po’ sugli occhi. Essendo un cane, è felice e spensierato. Scorrazza liberamente nel parco, ogni tanto però si stanca e si deve fermare, con la lingua a penzoloni. Poi riparte. Però Bombo è anche un cagnolino speciale, perché è allergico a tante cose. Il suo padrone gli dice sempre di non andare dove c’è l’erba alta, che magari trova proprio quella pianta che lo fa starnutire sempre.

Il nostro cagnolino però è anche impavido, e non vuole fare vedere a quel Labrador bello e fiero che lui nell’erba alta non ci può andare.

Come ogni ammonimento che si rispetti, quello del suo padrone è vero, perché in mezzo all’erba alta è pieno di bambagiona! Immaginatevi il musino di Bombo, con il ciuffo che va su e giù, mentre carica uno starnuto. Anzi, il Re degli starnuti!

Bombo carica il Re degli starnuti per cinque minuti buoni, e non sente nemmeno più il richiamo del suo padrone! Finalmente, quel piacevole pizzicore sul naso e ci siamo: Bombo starnutisce!

Peccato che lui sia piccolo, piccolissimo, e leggerino, e il Re degli starnuti è troppo per lui! Così, con un viaggio megagalattico, arriva sulla Luna. Le buche che vedete non sono i crateri, come li chiamano gli scienziati, ma solo le buche che ci ha fatto quel pestifero di Bombo per nascondere i suoi tesori dai cosini verdi che sulla Luna ci abitano.

Un bel giorno, Bombo sente dei passi. Immaginatevi la sua felicità quando scorge un umano! Il primo in una settimana! Bombo è contentissimo, adora gli umani, infatti si mette subito a pancia in su per farsi fare una grattatina. L’umano, che non ci può credere di aver trovato un cane sulla Luna, lo porta con sé nella sua navicella.

Lì spiega a Bombo, che sarà anche iper allergico e imbranato ma super-intelligente, che sulla Terra sono passati ben cinquant’anni, e non una settimana!

Bombo capisce da sé che il suo padrone, già anziano, non c’è più.

Per fortuna l’Astronauta rassicura Bombo. Staranno insieme per sempre e vivranno altre mille avventure!

E dopo questa storia, raccontatami una domenica pomeriggio torinese gelida, immaginatevi il mio stupore quando girandomi Bombo era accanto a me, e passeggiava con il suo padrone Astronauta!

 

So che molti di voi di questo racconto non ci avranno capito nulla, e crederete anzi che io sia del tutto impazzita.

Non importa, c’è solo una persona oggi che deve capire questo racconto e deve sorridere a leggerlo, ed è l’uomo che ha inventato per me le avventure di Bombo.

Ti Amo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...