Crazy London Adventure

Day 57 of 62. Essere nerd anche nei negozi pettinati!

Sveglia prestissimo per i miei standard londinesi, ma oggi sarà l’unico giorno intero di mamma e sister qui in London dunque non possiamo perdere troppo tempo a pettinare le bambole.

Caffè al volo e poi esco. Alle nove sono davanti alla stazione e loro pure, quindi iniziamo a fare strada verso il centro. Ebbene, mamma odia la metro, è ufficiale.

Già ieri non stava benissimo e oggi l’ha confermato. Taglio un paio di fermate, senza cambi e scendiamo a Covent Garden. Colazione da Pret e infine ci dirigiamo verso il centro. Trafalgar square e la National, per poi fare strada verso Buckingham.

Già che ci siamo, con mia sorella non potevo non fare la deviazione per vedere il negozio Mr Porter, nonché la sartoria del mio amato Kingsman. Mai scelta fu più azzeccata, perché il giornale con il mio Pedro l’ho visto a chilometri di distanza! Fregandomene del fatto che il negozio non solo è reale ma è realmente super posh, io entro, chiedo cortesemente se mi regalano un giornale, cosa che fanno che molta gentilezza, e poi squittisco il giusto quando scorgo Pascalito mio sullo schermo. Mia madre, che è rimasta fuori a guardare me e mia sorella diventare due imbecilli, ci attende fuori basita. Tant’è, io ho una sacra reliquia da questa mia vacanza londinese che mi aiuterà in tutti i futuri momenti di mestizia della mia vita. Quindi Pedro, per quando leggerai il mio blog, sappi che io ti attendo. Certo, dovrai dividermi con Andreino ma sono sicura che andrete d’accordo.

Dopo essermi ripresa, molto dopo, le accompagno a Buckingham e poi Big Ben. Insomma, il trailer di Londra considerando il pochissimo tempo a disposizione.

Quando si fa ora di pranzo, Camden. Altra tragedia, convincere madre a mangiare al mercato. Tutti gli odori non le piacciono eccetera eccetera. Grazie al cielo, si convince per il fish and chips di un ragazzo (latino senza dubbio) carinissimo.

Solito giro per le Stables, dove loro fanno spese (io tornerò giovedì suppongo) e poi casa. Vista la stanchezza di mamma ceniamo da me. Un “bel” piatto di pasta (purtroppo devo aggiungere alla De Cecco un po’ di quella roba di Tesco ma altrimenti non ce l’avremo mai fatta in tre) con insalata.

Telefonate a cugina e daddy, che per fortuna resta da solo giusto oggi perché altrimenti la sua sopravvivenza sarebbe a rischio, infine le accompagno a casa.

Torno da me, con la mia playlist di Kingsman giustamente in cuffia e infine incontro Charlotte, che è due giorni che non vedo.

Ci aggiorniamo super alla svelta perché anche domani la sveglia sarà presto dunque non posso cazzeggiarmi.

Libro, mandato bacino a Pedro e ad Andreino, poi nanna.

Day 57, closer to the edge, done.

me and pascalito
Me and Pascalito. The happiest girl in London.

 

Un pensiero riguardo “Day 57 of 62. Essere nerd anche nei negozi pettinati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...