altro · Crazy London Adventure

Day 5 of 62. L’amore alla stazione.

O cielo, cos’è, quella luce abbacinante fuori dalla mia finestra? Gli alieni? Sono in Paradiso? No! Il sole! Ma allora esiste anche qui!

Infatti un anemico sole oggi fa capolino dalle nuvole e si intravede perfino qualche sprazzo di cielo azzurro. Oggi arriva Andrea alla stazione, quindi decido che preferisco stare nelle vicinanza di Liverpool street. Prima di uscire, assolvo a tutti i miei compiti informatici, poi mi faccio una bella chiacchierata con Charlotte.

Decido di fare la mezza salutista mangiando due mele per pranzo, tanto cenerò fuori con Andrea (salvo pentirmene alle 5, per la fame, e comprarmi le patatine che non erano nemmeno granché).

Quando esco piovigina e c’è il sole, mia nonna mi diceva sempre che era quando uscivano le streghe (e infatti sono uscita io, tutto torna). Raggiungo Liverpool street e da lì ormai a memoria arrivo al London Bridge, dove parlo al telefono con mia cugina Amalia, anche lei qui a Londra, per vederci il giorno dopo.

Scendo al fiume e noto che il livello dell’acqua è altissimo e il fiume mosso, altro che la canzone dei Clash!

Gironzolo un po’ intorno finchè non si fa l’ora di andare alla stazione. Lì, telefonata a tre con Veronica e la sua piccola Ester, dove madre e figlia mi raccontano il loro pomeriggio di shopping.

Finalmente sono le 5. Mi alzo e inizio a vagare tra i binari. Non c’è niente di più tenero che aspettare il proprio amore alla stazione. Ed eccolo, alle 17.16, Andreino che arriva!

Si vede che siamo tanto felici di vederci perché siamo scemi e andiamo a caso per la stazione. Una volta recuperata lucidità andiamo in albergo, che è in centro. La tipa della reception nota che la stanza è singola, quindi guarda me e dice, sorridendo: “Friend?”.

Come le spiego che stiamo insieme da una decade e che non è una tresca?

La signora ci regge il gioco perchè fa ad Andrea un upgrade della camera. Usciamo per cena e passiamo per Oxford street, che ha già i primi accenni di decorazioni natalizie. Lì, di fronte a Primark, mi assale un’epifania. Tutta Londra è in delirio Potter, perchè anche Primark ha una linea dedicata! Ci faccio un giro con Andrea e mi riprometto di comprarmi una targhetta quando ci sarà meno ressa.

Passiamo per Carnaby Street che io non avevo mai visto, e lì è finalmente Halloween, con ragnatele giganti tra un edificio e l’altro (quasi casa mia e di Charlotte, praticamente).

Ceniamo da Byron, con un cameriere che parla un inglese spagnoleggiante incomprensibile. Poi ci salutiamo.

Io proseguo in metro e vedo una cosa tristissima: un Gin Tonic…. in lattina. So sad! Decido che con Andrea dobbiamo trovare il miglior posto per Gin Tonic in tutta Londra.

A casa, mi cazzeggio con Charlotte e Lady Gaga fino all’ora della nanna.

Day 5, gone.

4 pensieri riguardo “Day 5 of 62. L’amore alla stazione.

    1. Guarda, fino a due giorni fa era Halloween giusto a Carnaby Street. Tra l’altro la mia coinquilina mi ha detto che non verranno in bimbi a suonare per trick or treat e ci sono rimasta malissimo! Adesso invece qualche timida decorazione appare… ma dureranno pochissimo fagocitate dal Natale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...