Vorrei scrivere di mare.

Vorrei scrivere di mare.

Di reti che odorano di sale al sole per troppo tempo.Di luce che acceca appena esci di casa.Di acqua azzurra, blu, argento e trasparente. Di sabbia nelle scarpe, tra i capelli, in macchina. Di conchiglie che ho messo nelle borse, nei cappotti, nei portagioie come anelli.

Ma non posso più scrivere di mare. È troppo che gli sono lontana.

È una nostalgia, un retaggio di quello che ero. È qualcosa che mi appartiene, eppure qualche giorno sembra che mi sfugga tra le dita.

Sto diventando anche io come i gabbiani di Cernusco.

Piccoli e persi di fianco ai navigli, e non più grandi e forti con il volto alle onde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...