Sogni infranti.

Oggi, in un unico momento di alienazione dall’ufficio mi si visualizza un’ immagine.
Seconda media, durante un’ora di supplenza io continuo bellamente a colorare un disegno. Ci avevano chiesto di raffigurare un nostro sogno per il futuro, io mi ero disegnata a gestire un mio bar -con tanto di bancone gelati.
Venni ripresa davanti a tutti dalla prof -che tra l’altro aveva un mezzo intrallazzo con il nostro prof di lettere- chiedendomi se a me non interessava quello che stavano dicendo.
Pensandoci ora mi vengono in mente due cose. La prima, sì probabilmente non me ne fregava niente di quello che stava dicendo lei. La seconda…… io volevo avere un bar????
Quindi eccomi alla carrellata dei miei sogni fanciulleschi/adolescenziali EPIC FAIL.
Sogno 1 (che è un pò rimasto certezza): all’età di quattro anni, io volevo essere una Principessa.
Sogno 2: direi dagli otto anni fino alle medie (parentesi bar esclusa), volevo fare l’egittologa. Avevo anche imparato a disegnare i geroglifici. Poi, in terza media, scrivo un racconto sull’Egitto con tanto di geroglifici per il concorso scolastico. Non mi si fila manco di striscio. Sogno svanito tra le sabbie della Valle dei Templi….
Sogno 3: fare video musicali. Ero molto piccola e mia cugina maggiore (con cui stavo sempre) cantava e voleva farli. Solo che lei canta veramente, io invece sono talmente brava che mi hanno esclusa da qualsiasi talent perchè con me non ci sarebbe gara.
Sogno 4: critico cinematografico. Ma al di là dei miei registi preferiti e dei miei gusti più stretti conosco davvero poco. E poi il corso di cinema lo facevano al pomeriggio e io volevo solo tornare a casa dopo le ore al Sarpi!
Sogno 5: giocoliera. Sì, ho voluto fare la giocoliera. E mia madre mi diceva in battuta:”ma perchè ti mandiamo ancora al classico?!”. Piccola specifica: non ho mai imparato nulla di giocoleria.
Sogno 6, il più amaro: a undici anni, per mesi…. io ho aspettato la mia lettera da Hogwarts. Il mio gufo ha il mio stesso orientaento e mi sta ancora cercando…

Non ho mai voluto però fare l’astronauta (odio lo spazio), la Velina et similia (odio in generale), la ballerina (senza nessun drink non ce la faccio), la maestra (ho la pazienza a breve termine)….

Questa sera, così, mi andava di condividere i miei “sogni di gloria” infranti.
Deve essere per tutti questi sogni che i miei cassetti sono sempre pieni di cianfrusaglie…..

Annunci

2 thoughts on “Sogni infranti.

  1. Eccomi. Come promesso. Che bel post, i sogni infranti e le cianfrusaglie. Leggendoti ho ripensato ai miei sogni… Ho sempre detto che voleva fare la maestra. E difatti insegno, ora anche ai grandi e hai ragione ci vuole un sacco di pazienza! E poi in terza elementare la maestra di italiano aveva dato un compito: elaborare un cartellone scrivendo quello che volevamo fare da grandi. Io ho scritto “voglio fare la giornalista”. E difatti ci sto provando, ma è difficile dal momento che non pagano :/ però se apro i miei cassetti anch’io vedo un sacco di cianfrusaglie, quindi… non so…

    1. eh sì, l’importante è fare ordine in ‘sti benedetti cassetti e cercare di capirci qualcosa. Anche se spesso le cose più importanti finiscono in fondo in fondo e se non ci fai attenzione non le trovi nemmeno più…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...