Little Talks.

Ecco il pezzo degli Of Monsters and Men. Il primo che ho scritto pensando ad un brano ma, da quando l’ho scritto, non è stato l’ultimo. Perchè le storie nella musica vanno raccontate.

Il legno della loro casa le era sempre sembrato così accolgiente, la faceva sentire protetta. Ora invece emanava un senso di abbandono, come se tutti gli anni della casa trasudassero dalle pareti. Ammorbando l’aria di tempo che scorre.
Non le piaceva camminare per quella casa da sola. Cigolava e gli scricchiolii delle scale la tenevano sveglia.
“E’ la casa che ti sussura di chiudere gli occhi” le diceva lui dal buio della stanza.
“Il tempo cambia ma questa nave ci porterà al sicuro sulla riva” ripeteva lei prima di addormentarsi.
Passava lunghi periodi pensando che forse il problema non fosse tutto il resto. Forse il problema era lei.
“La tua mente ti gioca brutti scherzi, mia cara.” le diceva lui dal buio della stanza.
“Il tempo cambia ma questa nave ci porterà al sicuro sulla riva”.
Spesso si ritrovava a parlare alla finestra.
“Presto sarà tutto finito e sepolto dal nostro passato” si diceva guardando nel vuoto.
“Ti ricordi quando eravamo giovani? Giocavamo all’aperto, pieni di vita e d’amore” rispondeva lui dal buio della stanza.
“Te ne stai andando. Ti guardo tutti i giorni mentre svanisci” sussurrava lei al volto sanguinoso del ragazzo.
“Di te è rimasto solo il fantasma”.
“Siamo stati strappati via l’uno dall’altra, ma non possiamo farci nulla. Per favore, tu devi restare qui, mi vedrai quando ti addormenti”.
“No, adesso lasciami andare. Ci rincontreremo presto”.
Era sulla scogliera quando le si avventò contro l’ultimo momento di lucidità.
Ricordava. Erano sulla barca, nella tempesta.
“Il tempo cambia ma questa nave porterà i nostri corpi al sicuro sulla riva” l’aveva rassicurata lui.
L’albero era crollato; si era svegliata sulla spiaggia.
I loro corpi effettivamente c’erano.
Lui no.
In quell’ultimo momento la soluzione era solo una. L’acqua l’aveva ricoperta.

Era di nuovo sulla barca, splendeva il sole.
“La nave ci ha portati al sicuro, visto?”

Annunci

2 thoughts on “Little Talks.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...