Le storie nella musica.



Il film “Scrivimi una canzone” mi ha regalato una verità incredibile:”La melodia è come quando vedi una persona per la prima volta, è attrazione fisica, sesso… poi, mano a mano che conosci la persona, quelle sono le parole, la loro storia, quello che sono veramente”.
E’ il testo di una canzone che te la fa entrare sotto la pelle.
Di solito mi succede così: sento una canzone alla radio mentre vado in ufficio o-molto più probabilmente- la sento come colonna sonora. La riascolto, inizia a piacermi. La ascolto di nuovo, inizio a canticchiarla. Fin da subito provo a coglierne il significato, le parole. provo a guardare al di là del suo “aspetto fisico”. Se c’è anche solo una parola o una frase che mi cattura cerco il testo: nasce l’amore.
La prima volta che ho ascoltato i Muse ero nella stanza di un’amica. La loro musica si è fatta strada a spintoni nelle mie orecchie. Ma i testi, quelli mi fanno venire i brividi. Mi raccontano di amori senza fine, di ribellione al sistema. Mi proiettano nella mente immagini di rivolte dove due innamorati si tengono per mano.
La voce di Florence Welsh me l’ha regalata la radio. Una voce divina, che io probabilmente ucciderei per avere (io sono davvero stonata come poche persone nell’intero universo). Mi suona di riti magici e notti con la luna… poi leggo i testi. Ma come è possibile che siano così fatti per me? Sono perfetti, sono le canzoni che ho sempre voluto. Sono sogni, incubi e cuori divorati. Ho deciso di tatuarmi una sua frase sul polso, non vedo l’ora di ascoltarla dal vivo.
Ci sono quelle canzoni che restano uniche. Non mi appassiono in modo così intenso al gruppo, ma alle singole canzoni. E’ stato così per “Love lost” dei Temper Trap.
Altre canzoni resteranno per sempre pura attrazione fisica. Mi piace come suonano, come mi fanno cantare in macchina, come mi ricordano momenti leggeri.
Per una canzone, solo per una, ho scritto il racconto che mi ispirava il testo.
Questo però arriva prossimamente. Il gruppo sono gli Of monsters and men. Li adoro già solo dal nome.

Annunci

2 thoughts on “Le storie nella musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...